• RIAPRE LA SCUOLA ALBERGHIERA FLORENSE?


    Pare proprio di si. C'è stato un sopralluogo tra alcuni responsabili di una scuola di formazione, presente da anni sul territorio nazionale ed operante nel settore alberghiero e delle attività turistiche più in generale, ed il presidente della Regione on. Mario Oliverio accompagnato da alcuni dirigenti del settore.



  • GRATTERI: «LE MAFIE COMPRANO TUTTO. ANCHE L’INFORMAZIONE»


    Il procuratore di Catanzaro ospite della sede Rai regionale per presentare “L’inganno della mafia”, scritto assieme ad Antonio Nicaso. Il monito su Falcone e l’invito rivolto agli studenti: «Studiate». Sulla classe dirigente: «Se quella calabrese è pessima è colpa della politica che l’ha messa lì»



  • TRE MILIARDI DI EURO ALLA CRIMINALITA’ IL GRANDE AFFARE DEI MIGRANTI


    Soldi per tutti. Dai trafficanti di uomini che affollano le coste della Libia fino ai faccendieri ed ai mafiosi che lucrano sulle strutture di accoglienza allestite in Calabria e Sicilia. L'operazio­ne della Dda di Catanzaro sul "Cara" di Isola Capo Rizzuto ap­pare illuminante: la'ndranglie­ta strumentalizza le associazio­ni di volontariato, utilizza i sa­cerdoti, costituisce società di servizi in combutta con impren­ditori senza scrupoli per lucrare denari persino dai migranti in fuga dalla povertà, dalla care­stia, dal fondamentalismo isla­mico e dalle guerre



  • SI INCENDIA UN’AMBULANZA PROVOCANDO UN INCENDIO BOSCHIVO


    Un guasto tecnico probabilmente ha prodotto una avvio di incendio nel motore dell'Ambulanza che stava rientrando in ospedale e si trovava nei pressi di San Giovanni in Fiore. Il personale a bordo è sceso tentando di spegnere le fiamme ma il fuoco si è propagato al resto del veicolo giungendo a lambire anche l'attrezzatura medica a bordo.



  • STRADA SILA-MARE FIRMATO L’ACCORDO DI PROGRAMMA TRA LA REGIONE E I COMUNI INTERESSATI


    “La firma dell’Accordo di Programma tra la Regione e i Comuni di Longobucco e Cropalati per la realizzazione del collegamento del secondo stralcio del IV lotto della strada Mirto Crosia-Longobucco, più comunemente conosciuta come strada Sila-Mare, che unirà lo Ionio alla Sila in 30 minuti e consentirà di raggiungere Longobucco dalla SS 106 in poco più di 15 minuti, favorendo così i flussi turistici che si spostano dal mare verso l’altopiano silano e i paesi dell’entroterra, è un fatto molto importante”. 



 1 2 3 4 5  ...  

Commenti