• RIMBORSOPOLI, CHIESTO IL PROCESSO


    Nessuno sconto, né cambio di rotta della Procura di Reggio: dovranno affrontare il proces­so tutti i politici, e i portabor­se, coinvolti nell'inchiesta "Rimborsopoli", l'operazione della Guardia di Finanza che ha svelato il sistema delle spe­se allegre con i fondi destinati ai gruppi politici in Consiglio regionale della Calabria (nel corso della X Legislatura tra il 2010 e il 2012).



  • FURTO IN CHIESA MADRE INDAGINI SERRATE DEI CARABINIERI


    È palpabile un certo disagio che ruota intorno al furto perpetrato ai danni della chiesa Madre dove mani ignote hanno fatto man bas­sa di oltre 9mila euro custo­diti nella cassaforte della chiesa principale di Santa Maria delle Grazie.



  • “SIX-TOWNS” INCHIESTA CHIUSA PER I 50 INDAGATI


    Dall'associazione di stampo mafioso al traffico di droga; dalle estorsioni alle armi; dalla ricettazione di macchine agri­cole rubate al favoreggiamen­to dei latitanti, fino ad arrivare agli omicidi Iona e Silletta ed al duplice omicidio di Tommaso Misiano e Gaetano Benincasa del 2008.



  • IL COSENZA CALCIO FARA’ IL RITIRO A SAN GIOVANNI IN FIORE


    Dopo una grande stagione che ha visto il Cosenza Calcio tra le protagonista del campionato di lega pro  e che se ne esce immeritatamente dai play-off  in uno stadio San Vito strapieno si pensa già al futuro.Sarà il Valentino Mazzola di San Giovanni In Fiore, ad ospitare il Cosenza Calcio in occasione del ritiro precampionato della stagione 2017/2018.



  • DURO ATTACCO DEL DG. MAURO AL COMMISSARIO


     «l'Asp di Cosenza è tenuta in ostaggio del commissario Scura,  il problema - prosegue Mauro - è che noi non abbiamo assunto un atteggiamento passivo e accondiscendente rispetto a determinate istanze e ci è stato detto chiaramente: “A voi faremo le pulci, a voi non passerà nulla!”. Assurdo!



  • LORICA UN QUADRO DESOLANTE


    Antonio Nicoletti, assessore allo Sport e Turismo del comune di San Giovanni in Fiore, è allarmato dalla situazione in cui versa Lorica. Gli episodi tragici a tutti noti hanno bloccato i lavori di completamento della cabinovia compromettendo di fatto il rilancio turistico della rinomata località silana. Sono lontani gli anni d’oro quando la “Perla della Sila” era popolata di turisti provenienti da ogni dove.



 1 2 3  

Commenti