NICOLETTI GIOVAMBATTISTA ELETTO SEGRETARIO GENERALE DEI FORESTALI COSENTINI

  • 4/4/2018 12:47:29 AM
  • Redazione

 

 

Comunicato stampa:

Nei giorni scorsi,tanto movimento alla Cgil di Cosenza, grande partecipazione di lavoratori e lavoratrici, pensionati, giovani, all’iniziativa che ha visto partecipare la segretaria Nazionale Susanna Camusso. Tanti gli interventi che hanno evidenziato le vertenze del territorio,tra cui una delegata di san Giovanni in Fiore Maria Longo che bene ha evidenziato storia e traguardi degli Lsu e Lpu Calabresi. Momenti di Commozione alla consegna di pergamene a compagni e compagne che si sono distinte per appartenenza e abnegazione alle lotte sindacali,anche in questo caso uno dei protagonisti è stato un nostro concittadino,Francesco Fati, scampato alla Tragedia di Mattmark, e dipendente esemplare del nostro comune per tanti anni. A seguire il taglio del Nastro con conseguente inaugurazione della nuova sede di viale Trieste, con la sala Riunioni intitolata al Compianto Giovanni Donato, segretario Generale della Cgil di Cosenza venuto a mancare prematuramente a causa di una grave malattia. Qualche giorno a seguire altro importante evento, alla presenza della segretaria Nazionale della Flai Cgil Ivana Galli, si espleta il congresso straordinario che vede l’elezione di Nicoletti Giovambattista  eletto come segretario generale dei Forestali Cosentini.

Nicoletti, proviene da otto anni alla guida del Nidil, dove ha condotto tante battaglie insieme agli Lsu e Lpu, legge 15/2018, e di fatto fautore in collaborazione di alcuni lavoratori e lavoratrici, dell’emendamento che di fatto a permesso la Contrattualizzazioni di lavoratori per troppo tempo utilizzati in maniera anomala nella pubblica amministrazione. Indicato dal segretario generale di Cosenza Umberto Calabrone come responsabile dell’organizzazione, delega di cui da qualche giorno risulta dimissionario,si occuperà di problemi che da troppo tempo affliggono il settore forestale è agricolo, una qualificazione del lavoro necessaria, per far si che si possa gridare con forza, anche ai più detrattori, l’utilità dei forestali, cercare di rendere autonomo il settore dalla mala politica, che tende sempre a dare incarichi per mazzette elettorali e non per reali competenze, creando delle vere e proprie falle gestionali.

Puntare su un’agricoltura anche di nicchia, che possa diventare volano di sviluppo e di occasione di lavoro soprattutto per i Giovani, abbinare l’energia alternativa in agricoltura, creare filiere dei nostri prodotti creando marchi dop. Convincere le aziende che la cooperazione serve, non solo a fare squadra e a essere più competitivi, ma anche evitare che la criminalità organizzata si infiltri in settori strategici come quella del taglio dei boschi come purtroppo è emerso nell’operazione, stige, che ha colpito al cuore il nostro territorio. Questo e tanto altro nella relazione che poi ha portato all’elezione di Nicoletti, 48 voti favorevoli e due contrari, succede a Adriano Savaia a cui vanno i saluti ed un ringraziamento per il lavoro svolto con passione e attaccamento.



Commenti