INCHIESTA STIGE/OLIVERIO: «SU DI ME SOLO ILLAZIONI»

  • 2/21/2018 6:44:58 AM
  • Redazione

 

In relazione all’articolo apparso sul quotidiano online “Corriere della Calabria” in data mercoledì 24 gennaio 2018, dal titolo: “Lo “Zio Giovanni”, uomo dei clan e “intimo” di Oliverio”, mi vedo costretto a sporgere querela nei confronti di coloro i quali saranno ritenuti responsabili delle condotte diffamatorie derivanti, soprattutto, dai commenti inappropriati che accompagnano frasi estrapolate dalle indagini di un procedimento penale in corso.
Sin da subito devo ribadire che il “pantano di relazioni pericolose” in cui l’articolista scrive “io rischi di affondare” è una mera sua ricostruzione, che non ha trovato riscontro non solo negli atti della causa cennata, quanto nel passato e nel futuro della mia storia personale e politica.
Ancor più devo rassicurare l’articolista che gli inquirenti e gli investigatori non sono affatto preoccupati dei rapporti politici che un indagato possa avere o meno con me. E che, pertanto, tali illazioni, rivolte a me, nella qualità di Presidente della Regione Calabria, finiscono per screditare la mia immagine e condurre, sempre più, verso una deriva populista, cui per primi i giornalisti dovrebbero star attenti.
Nulla di ciò che terze persone dicono di me, come prospettiva futura, si è verificato e potrà mai verificarsi.
Questo lo sanno bene tutti coloro i quali mi hanno voluto nel delicato compito che sto espletando ed è giusto che lo sappia anche certa stampa sempre più scandalistica.
Per tutelare il mio buon nome ed il mio decoro, che non può essere “infangato” (per usare un lessico che piace all’articolista) da nessuno, proseguirò nella doverosa azione giudiziaria.

Gerardo Mario Oliverio
presidente della giunta regionale

 



Commenti