IMPIANTI LORICA, MAGNO: «A RISCHIO FINANZIAMENTO DI 15 MILIONI»

  • 9/14/2017 8:42:59 AM
  • Redazione

REGGIO C «Puntare sullo sviluppo turistico ed economico di Lorica è esigenza fondamentale per la nostra regione». È quanto afferma il consigliere regionale Mario Magno che in un’interrogazione rivolta al presidente della giunta regionale Mario Oliverio, raccogliendo l’accorato appello di imprenditori e cittadini del centro silano, chiede al governatore «quali azioni intenda intraprendere per non perdere il cospicuo finanziamento di oltre 15 milioni di euro, ottenuto con finanziamenti della comunità europea e finalizzato alla realizzazione degli impianti sciistici di Lorica».
«Quattro anni fa – aggiunge – gli impianti sciistici presenti nel centro silano, di proprietà della Regione Calabria e gestiti dall’Arssa, sono stati chiusi perché, ormai, divenuti obsoleti e, quindi, inutilizzabili. La precedente giunta regionale aveva previsto il rifacimento degli impianti sciistici attraverso il finanziamento effettuato con il Pisl “Hamata Sila”, ma lo scorso anno quando sembrava si stesse arrivando al momento dell’inaugurazione del complesso, note vicende giudiziarie, che hanno coinvolto l’amministratore delegato della società vincitrice della gara d’appalto, hanno determinato una nuova fase di stallo per la realizzazione dell’infrastruttura. Anche i lavoratori coinvolti nel progetto lamentano a tutt’oggi il mancato pagamento di diverse mensilità arretrate».
«Lorica – osserva Magno – è dotata di un suggestivo e incantevole impatto ambientale-paesaggistico che affascina coloro i quali si recano a visitarla. Non può essere abbandonata al suo destino. Il completamento dei lavori per la realizzazione dei nuovi impianti sciistici e del centro turistico polifunzionale denominati “Lorica Ski Area” rappresentano esigenza non più rinviabile in quanto gli imprenditori, gli operatori economici e i cittadini stanno subendo un danno economico rilevante dalla mancata realizzazione delle importanti infrastrutture e altre conseguenze significative potrebbero verificarsi a breve determinando perdite di posti di lavoro a causa della possibile chiusura di esercizi alberghieri e commerciali». 
Per tali ragioni Magno chiede ancora a Oliverio nell’interrogazione «quali iniziative intenda adottare per tutelare le attività imprenditoriali e rilanciare l’occupazione e lo sviluppo turistico ed economico di una tra le più note località calabresi per le sue straordinarie potenzialità e bellezze paesaggistiche e naturali». 
«La Regione Calabria – conclude Magno – intervenga immediatamente. Servono azioni concrete per realizzare quello sviluppo annunciato ma mai effettivamente prodotto da questa giunta di centrosinistra».

Dal Corriere della Calabria



Commenti