IL SINDACO FA CHIAREZZA SULLA VICENDA "SERVIZIO MENSA"

  • 2/21/2018 7:21:55 AM
  • Redazione

Il rispetto che abbiamo dei ruoli, delle persone e delle istituzioni ci impone di rispondere e fare chiarezza riguardo alle vicende che, chi ama autocelebrarsi affacciandosi sulla piazza virtuale, sta distorcendo e artatamente alterando.

Tralasciamo la polemica sulla elezione del consiglio baby che si commenta da sola.

Riguardo, invece il servizio mensa ed il ritiro delle schede è opportuno chiarire che:

  • ogni anno è stato necessario intervenire invitando i genitori a rientrare dall’eventuale debito, avvisando sempre con anticipo e nel massimo rispetto delle delicate situazioni debitorie di famiglie in difficoltà.
  • Ogni volta  i servizi sociali si sono presi carico dei casi particolari con discrezione e sensibilità.
  • Mai nessun bambino è rimasto senza pasto.
  • Spesso la situazione debitoria è relativa a dimenticanze o mancanza di tempo dei  genitori, che non vivono situazioni di disagio economico e che sollecitati  vengono a saldare senza problemi. L’avviso rende solo più facili e veloci le operazioni di rientro dal debito. Un esempio per tutti, in soli tre giorni il debito è rientrato di 12.000 euro.

Certo è più facile fare polemica piuttosto che dover considerare che questa amministrazione invece :

  • Ha mantenuto servizi come mensa e trasporti nonostante il dissesto finanziario, che qualcuno ha voluto lasciare in eredità alla città, e dietro al quale nessuno si è mai nascosto sottraendosi ai propri doveri.
  • Ha, con il mantenimento di tale servizio, contribuito anche alla tutela di posti di lavoro  e garantito un diritto ai bambini.
  • Ha avviato il servizio con  un anticipo che negli anni non si era mai registrato.
  • Si è dotata di un regolamento “Contributi ai soggetti indigenti” votato in consiglio comunale, con il quale si assicura soprattutto trasparenza.
  • Ha azzerato la  pratica comune di dare il contributo a chi fosse più vicino politicamente o altro.
  • E’ stata espletata una gara triennale per l’affidamento del servizio mensa, evitando cosi che le complesse procedure di gara possano provocare scivolamenti sull’inizio del servizio per i prossimi anni.

Tutto ciò rappresenta un messaggio di elevata attenzione nei riguardi delle famiglie, dei lavoratori del settore, della istituzione scolastica e non ultimo dei bambini. Questi sono fatti e i fatti!

Di mistificatori e di gente che cerca la notorietà con la menzogna la nostra città non ne ha bisogno.

 

L’amministrazione comunale di San Giovanni in Fiore

 



Commenti