Hitech: Da Rende alla Formula uno

  • 1/24/2017 7:19:58 AM
  • Redazione

Per il campionato mondiale di “Formula Uno” della prossima stagione i piloti della casa automobilistica McLaren indosseranno una maglietta realizzata nella sede NTT-Data di Rende. Il prodotto della Ntt è stato creato con tessuti innovativi in polimero elettro conduttore. I “wereable device”, dispositivi indossabili, hanno la caratteristica di monitorare l’attività degli atleti durante la gara. Il team medico della McLaren, attraverso questa innovazione, potrà così monitorare il battito cardiaco, l’intervallo di respirazione e la postura dei suoi piloti.  La maglia evidenzierà anche gli squilibri chimici ed elettrolitici, come la sudorazione e l’acidità della pelle, sotto forma di elettrocardiogramma ed elettromiogramma alle piattaforme correlate che, uniti agli altri dati raccolti, permetterà alla squadra inglese di migliorare in modo notevole le performances dei suoi piloti. È straordinario sapere che la nuova frontiera dell’innovazione passa da Rende. Nel campo dell’eHealth si potrà monitorare lo stato di salute delle persone nei loro ambienti domestici. Hitoe, integrato ad uno smartwatch, potrà monitorare l’attività rilevando i parametri vitali e localizzando la persona che lo indossa. L’uso di questa tecnologia potrà essere impiegata nei luoghi di lavoro particolarmente difficili, si pensi alle centrali elettriche o alle piattaforme petrolifere. Parte di questo progetto e manager dell’azienda cosentina è il nostro concittadino Piero Scarpino. L’azienda rendese, nata nel 2001 come azienda di elaborazione di sistemi di sicurezza informatica, dal 2011 è stata acquisita da un’azienda giapponese. Intervistato dal giornalista Domenico Iannacone nel corso della  trasmissione “I Dieci Comandamenti”  andata in onda su Rai Tre il 28 novembre,  ha sottolineato come l’azienda rendese è il terzo polo d’innovazione del gruppo giapponese insieme a quelle di Palo Alto e Tokio. Giovani ingegneri, matematici, fisici provenienti dalla Calabria, Sicilia, Puglie e Tunisia lavorano per questa  Ntt data che nei prossimi due anni assumerà altri 150 giovani. Una bella realtà che porta avanti la bandiera della nostra regione troppo spesso vilipesa dalla stampa nazionale. 



Commenti