FURTO IN CHIESA MADRE INDAGINI SERRATE DEI CARABINIERI

  • 7/4/2017 6:57:40 AM
  • Redazione

È palpabile un certo disagio che ruota intorno al furto perpetrato ai danni della chiesa Madre dove mani ignote hanno fatto man bas­sa di oltre 9mila euro custo­diti nella cassaforte della chiesa principale di Santa Maria delle Grazie. Tutto è top secret con le indagini dei carabinieri della locale Sta­zione che mirano in ogni di­rezione, anche se negli am­bienti ecclesiastici cittadini indiscrezioni contenute rac­contano che il parroco, don Stefano Bazzucchi, avrebbe rinvenuto le chiavi del forzie­re nei pressi della cassafor­te. Dunque nessuna effrazio­ne. Percepibile il segnale che l'autore (o gli autori?) del furto conoscano la planime­tria della chiesa e qualche se­greto taciuto in seno alla stessa parrocchia. Insomma, un brutto fatto catalogabile quasi a un'empietà. «Erano soldi destinati per pagare le bollette elettriche della chie­sa Matrice, dell'Abbazia e della chiesa della Sanità (Co­na) e altri tributi e tasse. E in­vece eccoci qua a parlare di un fatto increscioso», hanno detto alcuni fedeli parroc­chiani. Il furto risale a diversi giorni fa, ma solo in occasio­ne della festa patronale (24 giugno: ndc) la notizia è di­ventata praticamente di do­minio pubblico, anche se don Bazzucchi, che è subentrato da alcuni mesi a don Germa­no Anastasio, ha prontamen­te sporto denunzia contro ignoti al locale Comando ca­rabinieri. È indignata per quanto ac­caduto la timida San Giovan­ni, mentre le investigazioni vanno avanti e non trapela alcuna indiscrezione.

Dalla Gazzetta del Sud



Commenti