ANTONIO ATTERITANO CONFERMATO VICE PRESIDENTE REGIONALE FIPAV

  • 4/15/2017 2:47:12 AM
  • Redazione

 Si tratta del terzo mandato per il nostro dirigente sportivo, mandato al termine del quale saranno 12 gli anni di vicepresidenza regionale. Una striscia assai lunga e senza precedenti, figlia della totale fiducia che le società calabresi ripongono ormai da anni nella figura del nostro concittadino.

Proprio la giornata elettorale ha sancito anche la leadership di Atteritano in un gruppo affiatato che storicamente regge le sorti della pallavolo calabrese, ovviamente con nuovi innesti e singole defezioni dovute al trascorrere del tempo. Infatti, causa uno stato di salute precario del presidente uscente e poi riconfermato Carmelo Sestito, è toccato proprio ad Atteritano, in qualità di vicepresidente vicario, illustrare alla numerosa platea la relazione di fine mandato ed il programma per il quadriennio futuro. Una platea che vedeva presenti tutte le società pallavolistiche calabresi ad eccezione di tre sole associazioni, per una partecipazione pari ad oltre il 97% della forza elettorale regionale.

Partecipando in prima persona all’assemblea elettiva abbiamo potuto toccare con mano l’apprezzamento che l’intero movimento ha verso il dirigente sportivo florense, con attestati di stima anche da parte della fazione avversa, sia prima che dopo il voto.

Il risultato elettorale è stato schiacciante, con la coalizione di cui è parte Antonio Atteritano che è riuscita a confermare il presidente Sestito ed a eleggere tutti i componenti il consiglio che sono Gianni Guida, Gaetano Riga, Claudio Conte, Mario Marasco ed Umberto Gatto, ottenendo preferenze per il 70%, contro il 30% della controparte.

Sapevamo di aver lavorato bene nell’ultimo quadriennio - ci dice Atteritano – e che le società avevano apprezzato quanto finora fatto. Lo hanno detto chiaramente, esprimendo un consenso che è andato al di là delle aspettative. Il mio compito sarà quello di sempre, ovvero essere punto di riferimento per i tesserati calabresi e per le loro esigenze di ogni ordine e tipologia. Un lavoro oscuro, poco appariscente, ma che paga in momenti come questi, quando si deve raccoglierne il frutto. La pallavolo è uno sport di squadra e questo gruppo dirigenziale sta lavorando da squadra, spesso sacrificando le ambizioni personali per il bene della pallavolo calabrese. Voglio ringraziare i tantissimi presidenti di società, dirigenti, tecnici ed atleti che sono venuti a Vibo per esprimere chiaramente un concetto: noi vogliamo continuare lungo la strada intrapresa sotto la guida di questo comitato.



Commenti