ANNA FALCONE PRESENTA IL SUO MOVIMENTO POLITICO

  • 10/31/2017 2:37:12 AM
  • Redazione

ANNA FALCONE PRESENTA IL SUO MOVIMENTO POLITICO

Sul treno di Renzi, non c'è posto per Anna Falcone, madrina di "Alleanza popo­lare per la democrazia e l'u­guaglianza", il progetto po­litico tenuto a battesimo a Roma lo scorso giugno. «Bi­sogna visitare l'Italia men­tre si governa e non dopo aver mal governato, per recuperare il consenso per­so». Migliaia di chilometri (macinati dal segretario Pd, sulle italiche rotaie) che la paladina della Costituzione - è stata vicepresidente del comitato per il No - riduce a «propaganda di bassa lega». Anche se a viaggiare da soli si finisce su un binario mor­to, la pasionaria sentenzia: «Le convergenze si fanno sul programma». Ne prendiamo atto,  ma col "Rosatellum bis" bisognerà fare i conti o no? Apriti cielo: «Temono che i cittadini possano espri­mersi liberamente come il 4 dicembre al punto da aver blindato il Parlamento reite­rando il meccanismo dei no­minati». Giudizio tranchant. Sen­sato escludere a priori qual­siasi "dialogo" con il Partito democratico? La replica non lascia spazio a interpreta­zioni: «Noi vogliamo appli­care la Costituzione, loro invece hanno cercato di de­molirla e comunque Renzi si e già alleato con Berlusconi e con tutto il popolo della Destra». Oltre il Pd, lo scenario ap­pare frastagliato: Mdp-art.1 (con l'incognita Pisapia), Si­nistra Italiana, Civati e il suo Possibile. In questo conte­sto, prova a ritagliarsi uno spazio il neonato soggetto politico della giurista cosen­tina (al suo fianco c'è il critico .d'arte Tomaso Monta­nari). Il programma nascerà dai contribuiti della campa­gna itinerante "cento piaz­ze", in cui s'inserisce la tap­pa cosentina ospitata al cen­tro Auser. «Il nostro movimento par­te dall'attuazione della Co­stituzione e mira alla ricon­quista dei diritti decapitati da politiche insensate». Lo sguardo è rivolto al popolo dei "senza tessere" e «a quel 50% di elettori che non vota più». Il 18 novembre l'ufficia­lizzazione del programma. Falcone candidata al Parla­mento? «Deciderà il movi­mento». La lista potrebbe chiamarsi Coalizione civi­ca.

Dalla gazzetta del Sud



Commenti